Finis Terrae (ITALIA)

FINIS TERRAE (Italia)

Terre emerse strappate all’acqua, case abbandonate che ricordano vecchie tragedie, paludi sconfinate avvolte nella nebbia. Il grande fiume, dopo seicentocinquantadue chilometri attraverso la pianura Padana, sfocia nel mare Adriatico. Il Delta del Po è un luogo coperto dal mistero, dove è facile cedere alla dimenticanza. In questo finis terrae, il confine tra cielo e mare, tra quello che siamo e quello che diventeremo svanisce. Immobile. I miei pensieri scorrono lentamente come queste acque stagnanti. Il vento scuote le canne. Sono giunto alla fine del mio lungo vagare per questi spazi. Eppure, più guardo questo orizzonte, più mi convinco che manchi qualcosa. Che io non abbia ancora detto tutto a me stesso?

Wide lands wrested to the water, abandoned houses marked by ancient floods, boundless plains shrouded in mist. After 652 km trough Po Valley, the “Great River” flows in to the Adriatic Sea. The “Po Delta” is a mysterious place where it’s easy to fall in the oblivion. In this Finis Terrae, the boundary between heaven and earth, between river and sea and between what we are and what we will become, disappears. Apparently motionless. I came to the end of my long wandering trough this scenario. The wind softly shakes the reeds. All toughts flow slowly, as these stagnant waters. Anyway, the more I watch this horizon, the most convinced I am that something is missing. Maybe, this land has not yet told me everything.